domenica 6 ottobre 2013

Quanti modi di fare e rifare il Pane allo zafferano (Viviana)

 
Quanti modi di fare e rifare...i panini allo zafferano della Cornovaglia
Carissima Cuochina, ho dovuto fare qualche piccola variante per adattare la ricetta al mio lievito, ai gusti delle mie teenager e allo zafferano che avevo in casa, ma il resto è rimasto invariato.
Ingredienti
  • Un pizzico grande di filamenti di zafferano (1 bustina di zafferano in polvere da 0,1g quelli che si trovano nei supermercati)
  • 1 cucchiaio di acqua bollente (non l'ho usata) 
  • 150ml di latte
  • 125 g di burro non salato
  • 100 ml d'acqua
  • 600 g di farina bianca per pane
  • 5 g di sale marino fine
  • 7g di lievito di birra secco di azione veloce (1/2 cucchiaino di lievito di birra disidratato in granelli, da riattivare)
  • 85 g di zucchero semolato
  • 1 uovo medio
  • 200 g di uva passa 50 g (alle mie figlie non piace) ammollata nello Zibibbo (vino liquoroso siciliano)
  • 2 cucchiai di miele per la glassa (facoltativo) latte
  • 2 teglie foderate con carta da forno
Prima di tutto ho sciolto il mio lievito nell'acqua tiepida (100 ml) con 1 cucchiaino di miele. Quando ha iniziato a formare la schiumetta ho aggiunto 100g di farina presi dal totale, ho mescolato bene, coperto con pellicola e lasciato lievitare fino al raddoppio (2 ore e 1/2 circa). 
Nel frattempo ho portato il latte a bollore, ho spento il fuoco e aggiunto lo zafferano e dopo un po' anche il burro. Ho lasciato riposare fino al raffreddamento.
Una volta pronti lievitino e latte aromatizzato ho messo tutto nella planetaria e, mescolando, aggiunto un po' alla volta uovo, zucchero, farina e sale. Ho impastato tutto fino a che fosse liscio ed elastico. Alla fine ho aggiunto l'uva passa, impastato per poco fino ad amalgamarla al resto, quindi rovesciato tutto in una ciotola, formato una palla, coperto con pellicola e lasciato lievitare fino al raddoppio (circa 4 ore). Dopo la lievitazione ho trasferito l'impasto sul piano spolverato con un poco di farina e formato i panini (io da 60g ciascuno). Ho depositato le palline su una teglia foderata di carta da forno e messe a lievitare in forno spento. Li ho lasciati lievitare circa 7 ore, ma è decisamente troppo, infatti sono un po' scesi, ma sono rimasti lo stesso morbidissimi. 
Li ho fatti cuocere in forno caldo a 220°C per 15/20 minuti abbassando a 180° gli ultimi 5 minuti. Appena spento il forno li ho spennellati con il latte e rimessi dentro per un paio di minuti. Quando li ho tolti dal forno li ho lasciati raffeddare sulla gratella.
Sono morbissimi ed anche se li ho fatti già da alcuni giorni si sente ancora il profumo di zafferano ogni volta che entro in casa!
Ve ne offro subito uno con il the...la teiera nella foto è irlandese, il the a vostro piacere :-)
Buona settimana carissima Cuochina e cuochine nel mondo!!!
Viviana

il 6 novembre saremo da Daniela, la cara co-inquilina del blog 
per preparare il suo: 
 Godurioso... non bisogna mancare ;))


15 commenti:

  1. bellissimi!!! e bella anche la location.....una colazione davvero da....buona giornata!!!!

    RispondiElimina
  2. ciao Viviana, ottima versione, sono buonissimi panini da colazione...un saluto

    RispondiElimina
  3. Buongiorno cara Viviana!

    Ci ritroviamo in tanti stamattina
    al goloso richiamo della Cuochina!!
    Per questa ricetta in Inghilterra siam volati
    a preparar con Euan questi panini prelibati!
    All'interno dell'oro hanno il colore
    e al palato un delizioso sapore!
    Ti ringraziano con tutto il cuore Anna e Ornella
    per aver spignattato nella loro cucina bella!
    A novembre, mi raccomando, a cena o a pranzo
    non scordar l'appuntamento con lo stufato di manzo!

    Un abbraccio
    La Cuochina


    RispondiElimina
  4. Ciao Viviana davvero un atmosfera inglese in questo post....buonissima la colazione cosi`
    francesca

    RispondiElimina
  5. Si vede molto bene che sono sofficissimi sei bravissima Viviana complimenti !!!!!!
    Un abbraccio :-))))

    RispondiElimina
  6. Sono davvero belli i tuoi panini così soffici, anche noi li abbiamo gustati a colazione per un buon inizio di giornata.
    ciao Daniela

    RispondiElimina
  7. Bravissime Viviana Daniela e Paola! i vostri panini sono bellissimi, buona settimana a tutte

    RispondiElimina
  8. Bellissima anche la tua versione...ma quanto ci divertiamo!!!

    RispondiElimina
  9. Che bontà l'uvetta ammollata nello zibibbo, splendidi panini, buona settimana!

    RispondiElimina
  10. Che bella la teiera! Ho gradito moltissimo questi panini dolci! Erano davvero buoni! Slurp! Complimenti!

    RispondiElimina
  11. Complimenti alla tua versione.

    Mi piace la teiera. :)

    RispondiElimina
  12. Mm.... buonissimi, sicuramente il zibibo ha dato una nota fragrante di più!

    RispondiElimina
  13. bella idea usare il liquore... tra l'altro lo conosco benissimo e mi piace tanto.... l'uva passa piace o nn piace... io ne userei a chili.... eheee
    Ciao Dany :-)

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte, ma grazie soprattutto alle carissime Anna e Ornella che hanno avuto questa splendida idea di condividere le ricette e farcele provare!!!

    RispondiElimina
  15. Ottima versione, soffice e si ben colorata. Complimenti.

    RispondiElimina

Ringrazio chi vorrà palesare la sua visita.
I commenti anonimi non sono graditi.

Altri post interessanti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...